Avete rotto l’ennesimo paio di collant e state per buttarlo tra i rifiuti? Fermatevi un attimo a leggere alcuni consigli su come riciclare vecchi collant in modo creativo. Eccovi 6 idee prese in giro per il web su altrettanti modi per riutilizzare le vostre calze rotte.

Pulizia della casa

I collant hanno delle notevoli proprietà elettrostatiche che li rendono ideali per rimuovere la polvere da ogni superficie. Provate ad esempio ad infilare un vecchio collant su una scopa per eliminare la polvere e/o ragnatele da una parete. Oppure infilate semplicemente la mano nel collant e strofinate per spolverare e lucidare piccoli oggetti o superfici. Questo metodo si rivela molto efficace, ad esempio, per togliere la polvere che si deposita sulle candele, riuscirete infatti a pulirle perfettamente senza graffiarle o rovinarle.

 

Riciclare vecchi collant per la pulizie in casa

Paraspifferi fai da te

Tagliate una gamba del collant e riempitela con vecchi stracci, magliette o maglioni, chiudete l’estremità con un nodo. Potete rivestire il vostro salsicciotto con della stoffa colorata oppure con un’altra calza colorata, magari dalla bella fantasia.

paraspifferi realizzato con vecchi collant riciclati
Image credits campioniomaggio.it

Sacchetti profumati

Ritagliando dei vecchi collant potete ricavare dei sacchettini per profumare cassetti e armadi. Dovrete procurarvi dei fiori secchi, ad esempio, petali di rosa, lavanda, foglie di menta, rametti di rosmarino o foglie di alloro. Aggiungete qualche goccia di olio essenziale se volete un profumo più intenso, poi richiudete le estremità del sacchettino con un nastro colorato. Attenzione: per  evitare il rischio di eventuali macchie, posizionate le gocce di olio essenziale nella parte più interna del sacchettino, per esempio su un piccolo batuffolo di cotone.

Ricilare vecchi collant rotti per creare sacchettini profumati
Image credits riciclaggioselvaggio
 

Riciclare vecchi collant per creare fasce per capelli

Con dei collant colorati potrete realizzare delle fasce per capelli molto originali. Basta tagliare le gambe delle calze a strisce non troppo sottili e legarle tra loro a formare una treccia. Le estremità andranno cucite con un ago grosso e magari utilizzando del filo colorato. Un metodo ancora più semplice consiste nel tagliare una striscia larga circa 5 cm in corrispondenza dell’elastico in vita dei vostri vecchi collant, avrete così ottenuto una comoda fascia per capelli da utilizzare, ad esempio, durante la pulizia del viso.

fascia capelli realizzata partendo da vecchi collant riciclati
Image credits ecoseven.net
 

Spugna fai da te

E’ possibile riciclare vecchi collant mettendo al loro interno rimasugli di saponette. Chiudete l’estremità aperta con un nodo ed utilizzate questo sacchetto sotto la doccia, come una vera e propria spugna che avrà anche una leggera azione esfoliante.

Spugna da doccia realizzata partendo da vecchie calze di nylon
Image credits pinterest
 

Stendere i panni

Quando dovete stendere ad asciugare maglioni o altri capi delicati, sarebbe bene evitare le mollette poiché possono lasciare dei segni indelebili sui tessuti. Un’alternativa molto efficace per stendere questi capi si può realizzare con dei vecchi collant. Basta tagliare una delle due gambe e passarla attraverso il maglione, da una manica all’altra. Le estremità della calza che fuoriescono dalle maniche andranno così fissate con le mollette al filo.

Stendere i panni senza lasciare segni è possibile utilizzando dei vecchi collant
Image credits comefare.com
 
 
6 modi per riciclare vecchi collant ultima modifica: 2015-03-14T11:37:31+00:00 da Giada

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata