Vi è avanzato del vino? Sembra strano, ma a volte proprio non riusciamo a finire quella bottiglia! Magari l’abbiamo richiusa col suo tappo di sughero e l’abbiamo messa in frigo, ma, se dopo una settimana, quel mezzo bicchiere di Syrah è ancora in giro, allora è tempo di riutilizzare quel vino.
Sapevate che il vino è ancora perfettamente utilizzabile in cucina anche mesi dopo essere stato aperto?
Ecco alcune idee che non vi faranno sprecare neanche una goccia di quella bottiglia.

Come conservare il vino avanzato

Riutilizzare il vino avanzato

Trascorso un certo lasso di tempo dalla sua apertura, il vino comincia ad emanare un forte odore di aceto. A meno che non vogliate produrre il vostro aceto fatto in casa (vedi al punto 8), è importante evitare il più possibile che il vino venga a contatto con l’aria, innescando così l’ossidazione. Dotatevi quindi di due recipienti richiudibili ermeticamente, uno per il vino rosso e uno per il bianco, da tenere in frigo (anche le basse temperature aiutano a rallentare l’ossidazione) in cui raccoglierete, di volta in volta, il vino avanzato. Avrete così una scorta di vino sempre pronta per cucinare, senza più essere costretti ad aprire una nuova bottiglia solo per quel 1/4 di bicchiere che vi occorre per un brasato o un risotto.

Eccovi una piccola selezione di ricette che potrete realizzare con il vino avanzato.

Marinare nel vino la frutta secca

Frutta marinata al vino

Una ricetta perfetta per i pomeriggi invernali davanti al camino! Fichi, prugne e uva passa non vedono l’ora di immergersi nel vostro vino avanzato. Il vino rosso è più adatto allo scopo rispetto al bianco. Mettete una manciata di frutta secca in un recipiente, versate il vino fino a coprire, e aggiungete qualche rametto di timo. Lasciate riposare la frutta per un paio di giorni prima di mangiarla, o fino a una paio di settimane. Se volete mantenerla più a lungo, rimuovete le erbe dopo la prima settimana. La “frutta ubriaca” è buonissima sopra il gelato o sulla torta margherita.

Pere al vino rosso

Pears poached in red wine sauceUna ricetta tipicamente invernale. La trovate qui.

Confettura di cipolle

Confettura di cipolle Una prelibatezza per accompagnare formaggi o semplicemente da spalmare su dei crostini di pane. Eccovi qui la ricetta.

Sangria

Sangria

Un drink alcolico di origine spagnola, tipicamente estivo e adatto a serate festaiole. Qui la ricetta.

Vin Brulè

Vin bruléUna bevanda calda e aromatica, tipica del Natale e ideale per combattere i sintomi del raffreddore, qui la ricetta originale.

Sale aromatizzato fatto in casa al vino

sale aromatizzato al vino Un ottimo modo per riutilizzare il vino avanzato è quello di aromatizzare il sale da cucina e confezionarlo in barattolini che potrete regalare ad amici e parenti. La preparazione è piuttosto semplice, seguite il link.

Aceto fatto in casa

Aceto fatto in casa Dite addio all’aceto di vino comprato al supermercato. Fare l’aceto in casa è molto più semplice di quanto si pensi, tutto ciò di cui avete bisogno è una “madre” che avvii l’azione batterica, un recipiente, della garza e un po’ di pazienza. Ecco qui il procedimento.

Le macchie di vino rosso si eliminano col vino bianco

rimuovere macchie di vino rosso Ebbene si! Il vino bianco può essere utile a neutralizzare le macchie di vino rosso. Versate un po’ di vino bianco sulla macchia, dopodiché ricoprite con una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio (dovrete formare una pasta). Fate riposare per qualche ora, facendo attenzione a mantenere il bicarbonato sempre umido. Togliete il bicarbonato in eccesso e procedete col normale lavaggio.

Trappola per moscerini

Fruity Fly
I moscerini sono molto attratti dalle sostanza zuccherine e da quelle alcoliche. Un rimedio efficace per tenerli lontani da frutta e altri cibi è quello di lasciare aperta una bottiglia con almeno 2,5 cm di vino rosso all’interno, in breve tempo attirerà moscerini e mosche.

Riutilizzare il vino avanzato. 10 modi per non sprecare ultima modifica: 2015-10-20T16:14:16+00:00 da Giada

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata